SCIENZE POLITICHE

PROGRAMMA

Vi presentiamo il programma di Ateneo Studenti per la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali!

 Abbiamo dialogato con i nostri compagni e guardato a ciò che stava succedendo in tutti i corsi di laurea in questo momento così delicato.

La nostra attenzione si è focalizzata sui punti comuni che interessano la Facoltà, senza mai dimenticare ciò che è specifico di ogni corso di laurea. Tuttavia, ciò che leggerete non ha la pretesa di essere esaustivo e completo ma vuole essere un punto di partenza per il nostro impegno. Abbiamo cercato, infatti, di individuare gli aspetti più problematici e urgenti elaborandoli in proposte per i prossimi due anni.

 

TRIENNALI DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

Rispetto alle tematiche comuni e trasversali a tutti i corsi di laurea triennale della nostra Facoltà, proponiamo di:

ampliare l’offerta delle mete Erasmus in paesi anglofoni assicurando, però, che queste siano compatibili, utili e interessanti per il nostro percorso di studi. Affinché questo accada, ci impegneremo a dialogare con gli organi competenti, tra cui l’Ufficio Relazioni internazionali e i professori della facoltà competenti.

valorizzare lo stage extra-curricolare nel percorso di studio triennale attraverso incontri informativi con docenti, tutor e l’Ufficio Stage&Placement. 

proseguire il lavoro con i docenti e il SELDA per potenziare e migliorare l’insegnamento delle lingue straniere nel rispetto delle specificità dei vari corsi triennali. Al livello generale, proponiamo la possibilità di frequentare dei pre-corsi della seconda lingua straniera al fine di garantire un livello minimo di conoscenza e di differenziare tutti i corsi di lingua a seconda del proprio livello di partenza.

attivare gratuitamente o a prezzo ridotto corsi preparatori a IELTS e TOEFL e gli esami stessi in collaborazione con gli altri organi di rappresentanza studentesca

prevedere una simulazione degli esami scritti svolti su Respondus in modo da evitare il più possibile problemi legati al funzionamento di tale piattaforma.

creare un sistema di convocazione efficiente per gli esami orali su Teams chiedendo ai docenti di segnalare in anticipo l’orario preciso in cui lo studente deve presentarsi.

favorire una maggiore connessione tra i docenti e i Servizi per l’integrazione degli studenti con disabilità e DSA.

 

 

PROPOSTE SPECIFICHE:

 

Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali, proponiamo di:

iniziare un tavolo di lavoro tra studenti e docenti allo scopo di ri-organizzare il piano di studi del terzo anno

Migliorare l’offerta complessiva di mobilità internazionale, per esempio incrementando le borse di studio per summer experience e aumentando le mete anglofone. 

 

Sociologia, proponiamo di:

garantire una informazione più efficiente riguardo i diversi percorsi professionalizzanti dopo il secondo anno, suggerendo inoltre l’organizzazione di un incontro orientativo tra gli studenti e i docenti dei due profili.

Migliorare l’orientamento post-laurea per i laureati al fine di favorire un ingresso più agevole nel mondo del lavoro.

 

Comunicazione e Società, proponiamo di:

Iniziare un dialogo con i docenti allo scopo di innovare i programmi di alcuni esami del primo anno.

Agevolare i criteri per il passaggio degli studenti tra il corso di Sociologia e Comes e dare informazioni più chiare in merito. 

 

Servizio sociale, proponiamo di:

 adattare alla situazione di emergenza sanitaria le esperienze formative sul campo – pre-tirocinio, tirocinio e stage – soprattutto lavorando in termini di assicurazione e re-definizione degli obiettivi del piano. 

favorire l’attività per l’apprendimento della lingua inglese al fine di garantire una completa formazione

 

MAGISTRALI DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

Rispetto alle tematiche comuni e trasversali a tutti i corsi di laurea magistrale della nostra Facoltà, proponiamo di:

migliorare l’offerta sulla mobilità internazionale con riguardo ai programmi Erasmus ed Exchange e alla possibilità di stage e tesi all’estero. In particolare, chiediamo che si agevolino le procedure burocratiche prima e dopo le varie esperienze all’estero.

continuare a portare avanti un dialogo con i docenti per rafforzare l’accompagnamento al mondo del lavoro. In particolare, vogliamo puntare su un aggiornamento continuo del database per i possibili stage, rendendolo più semplice e fruibile. 

agevolare il percorso di studio per gli studenti-lavoratori

attivare gratuitamente o a prezzo ridotto corsi preparatori a IELTS e TOEFL e gli esami stessi.

prevedere una simulazione degli esami scritti svolti su Respondus in modo da evitare il più possibile problemi legati al funzionamento di tale piattaforma.

creare un sistema di convocazione efficiente per gli esami orali su Teams chiedendo ai docenti di segnalare in anticipo l’orario preciso in cui lo studente deve presentarsi.

favorire una maggiore connessione tra i docenti e i Servizi per l’integrazione degli studenti con disabilità e DSA.



Politiche europee ed internazionali, proponiamo di:

ampliare l’offerta delle mete Erasmus in Irlanda e in Medio Oriente (Libano, Giordania ed Egitto) e avviare un programma di mobilità in Regno Unito.

offrire ulteriori possibilità di Double Degree oltre a quello con l’università di Halle in Germania

organizzare seminari e incontri, in collaborazione con il servizio di stage&placement e i docenti, per far conoscere il ventaglio di possibilità lavorative verso cui il nostro corso di laurea ci indirizza e prepararci all’ingresso nel mondo del lavoro.

prevedere pre-corsi di alcune delle seconde lingue straniere al fine di garantire un livello minimo di conoscenza e di differenziare i corsi di lingua a seconda del proprio livello di partenza.

 

Gestione del Lavoro e comunicazione per le organizzazioni, proponiamo di:

prevedere la possibilità per chi non passa l’entry test per il corso di English for Management and Communication, di partecipare a un corso riguardante le stesse tematiche ma di un livello di inglese minore gestito dal Selda.

inserire la possibilità per tutti gli studenti che non possiedono un livello B2 di lingua inglese di fare un corso intensivo nel primo semestre propedeutico al corso “English for Management and a Communication”. In tale modo gli studenti che non possiedono un livello B2 sarebbero abilitati a seguire il corso di indirizzo della loro magistrale, specialistico per il loro campo di studi.

Inserire ulteriori laboratori in lingua inglese 

organizzare con l’Ufficio Relazioni internazionali e i tutor del corso una riunione orientativa per il programma Erasmus allo scopo di garantire un maggiore trasparenza sulla conversione degli esami svolti all’estero e di ricevere maggiori informazioni prima dell’avvio della procedura d’iscrizione al programma. 

iniziare un tavolo di lavoro con i docenti per incrementare l’offerta degli stage e garantirne maggiore eterogeneità.

 Segnalare in Guida di Facoltà cosa si intende per “attività alternative allo stage”.

 

Lavoro sociale e servizi per le famiglie, i minori e le comunità, proponiamo di:

 

concentrare le lezioni in pochi giorni della settimana per garantire una più efficace conciliazione studio- lavoro. 

 

Politiche per la cooperazione internazionale allo sviluppo, proponiamo di

istituire un seminario o un vademecum in preparazione alla prova finale che specifichi i criteri con si struttura il lavoro di ricerca per la tesi.

I TUOI RAPPRESENTANTI